Il dottore del cuore mi ha visitata… A notte fonda scrivo la traccia …magari “un pezzo da kabarè” Sto perdendo il francese ðŸ˜­

Spero di non farla lunga non so , intanto io stringo. Meglio… cerco di stringere .

Arrivo in ritardo, salgo lentamente le scale giro a sinistra

-Sbaglio corridoio ?!? –

Il dottore non c’è !

Giro sempre a sinistra, non so il perché,intanto esce un medico dal suo studio, mi guarda e realizza

– Cerca qualcuno ?-

– Si, sì sto cercando il dottor Giuliano B… –

Ops

Accade che lui ,gentilmente quanto “casualmente ,

“mi informa

Il dottore ha

l’ambulatorio nel

corridoio a destra, però dovrebbe fare questo giro….-

– Grazie milleeee…-rispondo e

ricomincio … lentamente, mi porto appresso, il “ginocchio palla”, faccio le scale eh già …l’ascensore ??

L’ho trovato su un piano, ora sono su un altro piano.

Il fatto è che il palazzo di fianco all’ospedale regionale ,è strano, un po’ fatiscente, a me sembra un labirinto, vecchio e mal tenuto…Accidenti però. Questo karma del cavolo.

Accellero un pochino ….

-Ti ho vista !- esclama il “mio “dottore affacciandosi…

-Meglio dottore, tiro un respiro di sollievo , solo che non ho la mascherina, scusa ma.. . –

( 10 in auto e nemmeno una con me )

Sparisce in un attimo ,ma non torna , perché ???

Ovvio, non trova queste benedette mascherine !!!

Intanto , resto ferma li ,per il corridoio

L’assistente dopo un po’ “si sveglia ”

Che bello … E mi allunga 1 mascherina …prelevata da una scatola ,

posta proprio davanti agli occhi suoi , poi

flemmatica

, avverte il dottore.

-Posso ?- la porta è spalancata .

– Si, vieni – risponde prontamente il medico e spiega

-Eh ,non riuscivo a trovare la confezione… –

-Tutto bene – lo rassicuro, entro !!!

L’ ambulatorio è spartano ,minimale .

Nudo e crudo niente distrazioni, meglio così!

Mi siedo e parliamo un pochino .

In effetti ci conosciamo da tanti anni.

Si ride abbastanza volentieri, consapevoli della vita e delle sue carambole

Eppoi distesa sul lettino… per le cose serie !

Non so , ma ho l’impressione che a Giuliano, gli anni non passino mai…

Forse perché ,ogni due anni , ci rivediamo…

Mi tasta tutto il ginocchio , rispondo alle sue domande. Avanza un’ipotesi logica ,solo in parte, però…

Io mi mostro morbidamente dubbiosa .

Coglie risposte e facce, ricapitola e

gli viene l’idea giusta .

-Meglio fare un prelievo al ginocchio !!!

-Utilizzo

una siringa

normale, se sei d’accordo… –

-Sí !-rispondo convinta

E si comincia.

– Eh no… -fa

-Il liquido ha un colore diverso, è molto “rosé …”-

– Ohooh – replico.

Me lo mostra.

E un rosè intenso, tanto intenso, sul rosso . Capisco …

-Sei caduta, vero ? –

-Si , sono caduta, almeno tre settimane fa .

Ho battuto forte il ginocchio destro, ho anche potuto “vedere bene le stelle” –

– Sospetto fortemente una frattura interstiziale, o un po’di più, estraggo ancora, ce n’è davvero troppo di questo liquido misto a tanti eritrociti ..-

Alla terza siringa si ferma.

Rido un po’ di meno, sospetta , e continua …e bla ,bla e bla.

-Quello che resta non è poco ,ma non posso estrarlo perché si è coagulato , credo sia più cauto così –

Penso che sia giusto così. Bo !

Mi prescrive i raggi al ginocchio e riposo .

-Aspetto che mi mandi via wathsapp, i risultati .

Dai… prendi la tachipirina all’occorrenza ,stai buona ed evita le scale…-

Mi suggerisce deciso.

– Aiaiai ,oi e oi ,va bene –

Per non dire altro.

Siamo verso la fine della puntata, ci salutiamo con un’altra battuta sui rapporti con i figli .

Aggiungo – Se diventerai nonno avrai qualcos’altro da raccontarmi –

Scuote la testa con i suoi perché .

-Alla prossima Giuliano, e… Pensiamo alla salute ! –

La “sparo” proprio all’uopo… per me.

Conclusione

Si può sempre trovare qualcosa per cui ridere o, per cui piangere …

Non riesco ogni volta a ridere , è vero.

Scelgo di ridere più che di piangere, almeno per accadimenti quasi ordinari.

E torno sui miei passi .





La vie est belle même si elle n’en a pas l’air

Bonne nuit à tous Jusqu’à la prochaine fois

Le foto me le invia Ric, un giovane uomo di casa.

È uno “scoiattolo” delle Dolomiti, salita al Rifugio Vittorio Veneto (altezza 3.000 m)

Piano per favore,

le mucche dormono…

Pubblicato da Sossu

Quando soffia il vento del cambiamento, alcuni costruiscono muri, altri mulini a vento. Proverbio cinese "L'APPARENZA INGANNA "

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: