E se c’è chi mi giudica bugiarda, inaffidabile, incapace di ..ecc… Io rispondo Namastè ,Shalom Aleichem ,Insciallah Pace più abbraccio

Le parole sono in ordine nei dizionari.

Il fatto è che le parole non vivono nei dizionari ma nella nostra mente. 

Prova è che quando siamo particolarmente emozionati non troviamo le parole .

Può accadere e accade quando ce n’è più bisogno . È molto spiacevole …

E il dizionario , è a disposizione, vi sono scritte mezzo milione di parole, tutte in ordine alfabetico.

Peccato che non possiamo usarle così facilmente . Come dicevo prima le parole vivono nella nostra mente .

Trovare le parole giuste e metterle nell’ordine giusto. È che non possiamo farlo perché esse vivono nella nostra mente .

Come vivono nella mente?

Vivono nei modi più svariati e bizzarri, in modo molto simile agli esseri umani !

E proprio dentro di noi che vagano unendosi e allontanandosi .

Fortunatamente sono molto meno limitate di noi dalle convenzioni , dai cerimoniali e dalle solennità .

Parole eleganti si accostano a parole più comuni .

Parole di ogni nazionalità possono “sposarsi” tra loro … parole bianche ,gialle ,nere ,mulatte, indiane , di vari colore se passa loro per la mente di farlo.

Per questo, imporre regole a parole vagabonde e ostinate è completamente vano .

È preferibile che prima di usarle la gente senta e pensi .

Ma chi le sente e le pensa

solo a modo loro è persona rigida.

Certamente non mi riferisco al diritto né ad un tema

specifico .

Credo che la penuria di scrittori , poeti di notevole spinta artistica dipenda anche dalle gabbie che ci siamo costruiti .

Le parole sono molto sensibili, e si sentono a disagio perché ad esse corrisponde la persona, meglio le persone . La cosiddetta gente.

Le “parole” amano che si discuta della loro purezza o della loro impurità ?

Le parole sono democratiche pensano che una parola sia buona come un’altra, pensano che le parole rozze abbiano valore come quelle educate,

pensano che quelle incolte siano uguali a quelle colte…

Non esistono classi o titoli di merito nella loro società.

E non amano essere issate ed esaminate una ad una. Restano sempre unite in frasi, in paragrafi e, a volte per intere pagine di fila.

Detestano essere utili a un potere , a dover far soldi. Spesso mal sopportano di dover andare in ogni dove a tenere convegni .

Insomma detestano qualsiasi cosa che imponga loro un unico significato, o che le si paralizzi in un’unica disposizione , ché cambiare è parte della loro natura.

La peculiarità più importante è proprio il loro bisogno di cambiare ? Io credo che sia vero …

Perché la verità che cercano di gridare ha tante facce, e proprio perché loro stesse sono molto poliedriche riescono a comunicarla, illuminando ora una viso , ora un altro.

Per questo possono significare una cosa per una persona,

un’altra cosa per un’altra.

La loro complessità fa sì che possano sopravvivere .

Invece le inchiodiamo a un unico senso , al loro significato utile

a far prendere una decisione senza ripensamenti .

È proprio quando le parole vengono inchiodate a un unico significato,

ritirano le loro ali e muoiono.

Piace alle parole che noi sentiamo e pensiamo prima di utilizzarle, lasciamole libere, facciamo in modo che diventino incoscienti

Il nostro inconscio è la loro intimità , la nostra ombra è la loro luce

Negli innamoramenti poi …non possiamo usare i dizionari .

In amore non si perde e non si vince mai .

Capita anche di non vedersi mai

Grazie a Adriana per le foto sulle Marche .

Il Vangelo secondo Matteo “

Un’interpretazione marxista di Gesù ?

Per atei, agnostici ,credenti o di altre fedi può essere ritenuta un’ opera straordinaria .

È chiara l’impenetrabilità del Vangelo e le sue molteplici contraddizioni.

Un esempio è la maledizione del fico, pianta innocua ,rappresenta l’innocenza ma non c’è innocenza che ad un certo punto non diventi colpa …

Un attimo di pausa , se così si può dire

E qui siamo alla minestra letta e copiata

Il cardiopatico esibirà il..by-pass?
Lo sciatore..lo sky-pass?
L’impresario di pompe funebri, il tra-pass?
Lo studente, il ri-pass?
Il geometra, il com-pass ?
Salvini il free-pass?
Unica eccezione, Cicciolina che esibirà …la pas …na?

Io esibirò il mio cretin -pass rinforzato ...

Pubblicato da Sossu

Quando soffia il vento del cambiamento, alcuni costruiscono muri, altri mulini a vento. Proverbio cinese "L'APPARENZA INGANNA "

8 pensieri riguardo “E se c’è chi mi giudica bugiarda, inaffidabile, incapace di ..ecc… Io rispondo Namastè ,Shalom Aleichem ,Insciallah Pace più abbraccio

  1. La parola è potente, Dario Fo aveva scritto la commedia “Il padrone conosce mille parole l’operaio cento, per questo lui è il padrone”, e don Milani voleva dare le parole al popolo perché avessero gli strumenti per opporsi alle ingiustizie… Il cretin pass scade? 😂

    Piace a 1 persona

  2. Io pass tutti i mesi sennò che cretina sono ? ! 😉
    Dario Fo sì
    https://youtu.be/MzEBP5ncSRI nel ’69
    Don Milani veniva da una famiglia borghese, fece una scelta a 360 * gradi con la cultura per tutti e Alberto Manzi dove lo mettiamo ? Due personalità molto diverse, mi pare …
    Giò
    sinceramente proprio dove la cultura è più potente trovo maggior chiusura in un linguaggio che si impone .
    Il linguaggio che diventa uno strumento personale per portare avanti un pensiero che vuole avere un primato attraverso i mass media .
    Nel privato anche l’intellettuale,il filosofo lo scienziato, il super intelligente o super preparato possono diventare uomini che parlano come gli pare e piace .
    Io faccio le mie umili considerazioni, saluto e abbraccio … Ciao stai benone ✌️

    Piace a 1 persona

    1. Come dicevamo con le parole di può fare tutto: comunicare ma anche nascondere, mentire, imbrogliare… ogni “casta”, grande o piccola, ha il suo linguaggio che è in genere inaccessibile ai più. Anche sul lavoro, quanto tempo prima che i neofiti si approprino delle parole giuste… c’è poi chi si nasconde dietro le parole, per non dire in realtà niente. Ma per fortuna ci sono anche nelle poesie, bei libri, e belle chiacchierate in libertà…

      Piace a 1 persona

  3. Le parole, che belle cose hai scritto Francesca. Le condivido tutte. Aggiungo le parole silenti, quelle che agiscono in noi e si esprimono con le mani, il viso, i piccoli movimenti del corpo e dicono ciò che è significato senza dizionario.

    Piace a 1 persona

    1. Grazie Willy, mi fa tanto piacere che hai apprezzato.. È molto importante la parte che indichi , non ho messa proprio perché intendevo evidenziare il linguaggio troppo filtrato ! I linguaggi immediati sono quelli del corpo … Li considero importantissimi. Abbraccione 🐞✌️

      "Mi piace"

I commenti sono chiusi.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: