La letterina è pronta adesso, chi andrà a imbucarla ? Posta prioritaria ,per dove …

Sto pensando di tradurla in francese la mia lettera aperta molto semplice .

Oh Babbino resta tranquillo dove sei ,in Lapponia con i tuoi piccoli collaboratori, qui c’è un caos incredibile …

Vuoi mettere il silenzio e la pace di là ?

Riposa pure sereno ,tanto da te non si fa mai giorno, per sei mesi …!

Eppoi ,se ti venisse in mente di fare un volo, ricordati che dovresti lasciare le renne altrimenti, ” ve fanno fuori appena planate” .

Ti avverto anche che in Europea ,in America e in molti altri Paesi ,del mondo ci sono tanti Babbo Natale, ma tanti . .. Credo troppi .

Come si potrebbe capire che sei quello vero ?

Bene ,ora mi sento più tranquilla .

Non so se mi hai sentita però io ho cercato di mettermi in contatto con te con tutta la fantasia e con un po’ di magia .

Ti vedo perplesso ma sono sincera.

I bambini hanno abbastanza regali però scrivono lo stesso perché così si fa .

Vedi tu, tanto di età ne hai così tanta che deciderai al meglio …

Da noi e altrove sono partiti in tanti .

Non so per dove …

Mi hanno raccontato che lungo l’autostrada c’erano anche le code .

C’era perfino chi superava andando nella corsia adibita ai veicoli lenti , ai camion e ai tir ,cioè superavano a destra, anziché a sinistra.

Per me sono andati via un po’ di testa .

Che poi dove andranno mai ,chi lo sa …

E tu Bambino, così piccolo resta vicino alla tua mamma ed al tuo babbo .

La mucca e l’asinello sono stati aggiunti dopo , secondo me conviene lasciarli liberi .

Che ne pensi ?

Comunque non ti preoccupare ,Maria e Giuseppe si stanno spostando in direzione opposta e contraria .

Tornano nel deserto così di giorno ,muori di caldo e di notte , di freddo .

Vorrei consigliare i tuoi genitori di seguire i tuareg e alloggiare in un bel sotterraneo ,magari in prossimità di un’oasi .

Ho provato a mettermi in contatto, la tua Mamma cominciava già ad avere le prime doglie e non riusciva a parlare con me …Comprendo .

Giuseppe stava pensando ai mobili ,il letto per lui e la mamma e alla culla per te. .

Secondo me un po’ di polvere gli era finita negli occhi e nelle orecchie .

Vedrai che per mezzanotte sarete arrivati.

Ho visto la stella cometa e le ombre erano loro , erano vicinissimi alla meta .

Ti conviene riposare tranquillo , mamma tua ti parla e ti rassicura.

Giuseppe pare abbia preso una bella tirata di orecchie dal Padre nostro ed ora sgambetta portandovi in braccio.

Io resto a casa buona buona. Mi muovo giusto per i bisogni primari.

Comunque se avete bisogno io sono a disposizione ,almeno per aiutarti a nascere …

Non ho fatto mai la levatrice ma c’è sempre una prima volta .

Tutti tranquilli che arriva la Befana …

Ho scritto un raccontino ,in modo giocoso, senza voler deridere alcuno . Semplicemente, ho cercato di individuare qualcosa di importante per me, in questa confusione che avverto con forza.

Un po’ di echi mi tornano e mi frullano tra il petto e la mente .

Mentre scrivo c’è chi spara i botti …

Provo a sorridere perché sono convinta che ogni forma di fanatismo nasca dall’intolleranza personale . È che il fanatismo ,quando è tanto diffuso, non se ne ha più la percezione .

L’intolleranza e l’individualismo si sono propagati a macchia d’olio producendo solo danni.

Mancano la dialettica e la capacità di critica ,manca un po’ d’umanità .

Credo anch’io di esserci dentro, del resto la convivenza, in parte condiziona.

Non mi sono fatta mai coinvolgere troppo da chi per mestiere deve convincere .

.Non sarei mai stata una buona venditrice così parlavo a chi era di casa e viveva vendendo …

vendendosi anche . Da quando ero bambina ..

.E continuo .

Il denaro ,come il potere agiscono come droghe , perché lo sono.

In realtà il mio messaggio è molto terra terra . Vorrei che fossimo più liberi e consapevoli ,vorrei che ci sentissimo più uniti da valori universali .

Neppure in questo sono cambiata.

Il pensiero poi corre ad aspetti fondamentali, la scuola e la sanità nella vita di un Paese ed è inutile ripeterlo, il lavoro …

Operare con rispetto spesso significa rinunciare a qualcosa di superfluo ,per avere il necessario . Accorgersene …

Prenderne coscienza .

Duemila e cinquecento anni fa in Grecia  abbiamo avuto un’incredibile esplosione di idee: la politica, la filosofia, il teatro.

La percezione, lo spirito che univa tutto erano le famose “D”: dialettica, dialogo, diversità e democrazia. Non c’era una sola verità, si scopriva la relatività della verità, grazie a Eraclito e ai sofisti, e si passò dalla cultura della ‘famiglia’, dal clan, alla scoperta dell’individuo e dei suoi diritti. Oggi dobbiamo superare l’eccesso di individualismo per riabbracciare la cultura del ‘noi’. Tornare dal privato al pubblico.

Capire che non possiamo fare a meno dell’Altro.

La cultura greca, con lo strumento del dialogo di cui è maestra, può rilanciare la dialettica laddove c’è il conflitto, l’ascolto dove c’è lo scontro, il confronto dove c’è violenza”.

“Dimenticare come lavorare la terra e curare il terreno significa dimenticare se stessi”
Gandhi
È con questo pensiero da me completamente condiviso che voglio inviare tanti, tanti Auguri di Buon Natale a tutti , ricordando insieme che il futuro della salute, nostra e dell’ambiente in cui viviamo, dipende soprattutto dai nostri comportamenti.

Sono infinitamente grata a chi opera in ogni settore con rispetto .
Non lo sono con chi non ha rispetto …

Immagini famigliari e dal web

Pubblicato da Sossu

Quando soffia il vento del cambiamento, alcuni costruiscono muri, altri mulini a vento. Proverbio cinese "L'APPARENZA INGANNA "

4 pensieri riguardo “La letterina è pronta adesso, chi andrà a imbucarla ? Posta prioritaria ,per dove …

    1. Willy grazie altrettanto a te , al meglio ! . È così che farò comincio ad essere di nuovo contenta di me .Arrivano anche bei segnali . Ripeto a te la stessa cosa . Sii contento di te .Ti sto copiando ?! …😘

      "Mi piace"

I commenti sono chiusi.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: