I fantasmi siamo noi

“I fantasmi siamo noi ,ridotti così dalla società che ci vuole ambigui, ci vuole lacerati

Insieme bugiardi e sinceri, generosi e vili”

Il dolore contrae e pesa ha bisogno di scioglimento, disgregazione ricomposizione all’interno della struttura della parola che si fa poesia in chi sa crearla.

La felicità è un gas , tende all’espansione, innalza,si invola e si involve e non cerca la compressione negli spazi della parola, è pura liberazione dello spirito.

Camminavo sulla spiaggia

Fino a dove l’onda va a morire schiumando

L’orizzonte si mescola come a fondersi ad un cielo ovattato

La foschia un manto

come a fare

intimo

l’incontro

Nessun gabbiano

Una rotonda lontana

Non più bambini a

rincorrersi

sono andati via insieme

quei pochi cani

Barriere di rocce a perdita

d’occhio

Per trattenere la tua forza

Mi sono avvicinata fino a sfiorarti

È rumore bianco il tuo

Dondola

a volte

il mare

È tua la danza delle onde

Il mio è accompagno

senza note

venirvi incontro

Per poi ritrarmi

ho il cuore gonfio

Eppoi aspettare

l’ infrangersi senza fine

Seguire i movimenti

rilassarsi e

abbandonarsi un po’

sempre un po’ di più

Le piccole barche ormeggiate sono più in là

Tutte sistemate in ordine,

sparsi

i colori

Accanto a muretti

posti a costeggiare

la litoranea

Al calare del sole il ritorno

I clacson non mi

raggiungono

Ascolto la musica

Il mare

lo porto con me

tps://m.youtube.com/watch?v=7VUz-PZx528&feature=share

Solitudine, tu, tu mi accompagni,
della tua stessa pena liberandomi!
Solo, voglio star solo:
che se una voce suona qui al mio fianco
o una bocca mi bacia sulla bocca,
tu fuggi via vergognosa e leggera.
Tanto per te mi vuoi
che neanche al vento permetti carezze,
né al focolare il crepito del fuoco;
o loro o tu.
E solo quando fuoco e vento tacciono
e i baci e le parole,
tu a me ti affidi come mia compagna.
Per me distilli le verità dolci
la divina bugia di essere solo.

Pedro Salinas

Pubblicato da Sossu

Quando soffia il vento del cambiamento, alcuni costruiscono muri, altri mulini a vento. Proverbio cinese "L'APPARENZA INGANNA "

9 pensieri riguardo “I fantasmi siamo noi

  1. Non ho mai capito perché questo poeta non fece mai più ritorno a casa sua visto quanta cultura spagnola era impregnato. Ottima colonna sonora per iL tuo post. Lolli… altro grande uomo paroliere poeta… quando se ne andò via da questa terra ho sentito un pezzetto di me di staccarsi e andarsene lontano.🙂

    Piace a 1 persona

    1. Non so esattamente, seguire una logica , non credo sia possibile. Lui era spagnolo fino alle midolla . Che le radici le mantieni .Era un romantico e un sognatore puro …Rientrare dopo tanti anni …non so. Lolli ! Si,si ogni tanto lo vado a cercare che mi manca grazie mille 💐❣️

      Piace a 1 persona

I commenti sono chiusi.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: