Vorrei chiamarti maestro ma non accetteresti ,non volevi prima ,neppure ora . Ti chiamo semplicemente Marco Ciao amico …

IO, I REQUISIDI, CE L’HO TUTTI!

Dolore…fonte d’ispirazió

Dice, che ‘l dolore è l’ ideale,

pe’ âvé esaltade tutte le virtù
Da ‘sto disagio, l’estro del geniale,
pare trôà forza…fa, rende

de più!

Ovvero sia, c’è l’impressió che l’Arte,
è più ispirada sci ce stà ’l dolore
‘Mmischiade ‘ste du’ cose, pare datte,
‘l mejo de que ciài, drendo ntel còre

La conferma che…n’ se pò negà
I granni personaggi de la storia!
Nte i maladìcci o i cèghi, poi trôà,
la gente più bagiada da la gloria!

Sci no’ trôade sollievo…stade male,
n’ ve sfiduciade, ‘spettade sempre ‘n po’
Pò darsi, che ‘sto fori del normale,
è l’anticammera…de “l’ispirazió”!

Jesi de na olta

Mentre scorrono le immagini , i ricordi, le emozioni si fanno largo .

Di solito evito .

Potrei chiudere gli occhi …Vedrei comunque.

La commozione è forte ,una volta eravamo davvero poveri .

Parlarne ? Potrebbe capitare, ora saluto lui . Uno jesino ,un sampietrino, un rione antico del centro , con le stradine lastricate di sanpietrino , uomo cordiale e semplice, schietto e delicato insieme .Uno studioso, di letteratura e d’arte , in particolare ha approfondito il vernacolo jesino .

È sempre stato innamorato della piccola cittadina dove è nato, Jesi.

EL TESTAMENTO MIA

Q𝘂𝗮𝗻𝗻𝗼 𝗹’𝗲𝘁𝗲𝗿𝗻𝗼 𝘃𝗼𝗹𝗲𝗿𝗲 𝗱𝗲𝗹 𝗱𝗲𝘀𝘁𝗶𝗻𝗼
𝘃𝗼𝗿à ‘𝘀𝘁𝗮 𝘃𝗶𝗱𝗮, 𝗺𝗲𝘁𝘁𝗲 𝘀𝗰𝗿𝗶𝘁𝘁𝗼 “𝗳𝗶𝗻𝗲”,
𝗹𝗮𝘀𝘀𝗼, 𝗮 𝗿𝗶𝗰𝗼𝗿𝗱𝗼, 𝘀𝗰𝗿𝗶𝘁𝘁𝗲 ‘𝘀𝘁𝗲 𝗱𝘂’ 𝗿𝗶𝗴𝗵𝗲
𝗰𝗼𝗺𝗲 𝗺’ è con𝗴𝗲𝗴𝗻𝗮𝗹𝗲, 𝗰𝗶𝗼è ‘n j𝗲𝘀𝗶𝗻𝗼!

𝗣𝗮𝗿𝗹𝗮𝗱𝗮 𝗰’𝗵𝗼 𝗰𝗼𝗹𝘁𝗶𝘃𝗮𝗱𝗼 𝘁𝗮𝗻𝘁𝗼 𝗻𝘁𝗲 𝗹𝗮 𝘃𝗶𝗱𝗮
𝘀𝗳𝗼𝗴𝗴𝗶𝗮𝗻𝗻𝗼 𝘀𝗲𝗺𝗽𝗿𝗲 𝗰o’ org𝗼𝗷𝗼 𝗲 𝘃𝗮𝗻𝘁𝗼
𝗱𝗶𝗳𝗮𝘁𝘁𝗶, 𝗽𝘂𝗿𝗲 𝗮𝗱è l’𝗮𝗱𝗼𝗽𝗿𝗼 𝗲 𝗰𝗮𝗻𝘁𝗼
𝗰𝗼𝗺𝗲 𝘀𝘂𝗴𝗴𝗲𝗹𝗹𝗼 𝗽𝗲’ 𝗰𝗵𝗶𝘂𝗱𝗲 𝗹𝗮 𝗽𝗮𝗿𝘁ida

𝗔𝗽𝗽𝗼𝘀𝘁𝗮 𝗵𝗼 𝘀𝗰𝗿𝗶𝘁𝘁𝗼 𝗾𝘂𝗮𝗹𝗰𝗵𝗶𝗰𝗰ò ‘n 𝗱𝗶𝗮𝗹𝗲𝘁𝘁𝗼
𝗽𝗲’ 𝗯𝗯𝗼𝗰𝗰à n𝘁𝗲 𝗹𝗲 𝗰𝗮𝘀𝗲
𝗱𝗲 𝗹𝗮 𝗴𝗲𝗻𝘁𝗲!
𝗟𝗲𝗴𝗴𝗲𝗻𝗻𝗼𝗺𝗲…𝗰𝘂𝘀𝗰ì s𝗮𝗿ò p𝗿𝗲𝘀𝗲𝗻𝘁𝗲,
𝗽𝘂𝗿𝗲 𝘀𝗰𝗶 𝗳𝗶𝗻𝗶𝗿ò
𝘀𝗰𝗼𝗿𝗱𝗮𝗱𝗼 𝗻𝘁𝗲 ‘𝗻 𝗰𝗮𝘀𝘀𝗲𝘁𝘁𝗼

𝗡’ 𝗽ò m𝗼rì c𝗵𝗶 𝗹𝗮𝘀𝘀𝗮 𝗮 𝗹𝗮 𝗺𝗲𝗺𝗼𝗿𝗶𝗮,
‘𝗻𝗮 𝘃𝗶𝗱𝗮 𝗰𝗮𝗺𝗽𝗮𝗱𝗮 𝗮𝗹𝗹’𝗼𝗺𝗯𝗿𝗮 𝗱𝗲 𝗹𝗮 𝗳𝗲𝗱𝗲
𝗽𝗲𝗿𝗰𝗵é 𝗰𝗼𝗻𝘃𝗶𝗻𝘁𝗼 𝘀𝗼’, 𝗰𝗵𝗲 𝗽𝗲’ 𝗰𝗵𝗶 𝗰𝗿𝗲𝗱𝗲,
𝘀𝗮𝗿à l𝗮 𝗹𝘂𝗰𝗲 𝗲𝘁𝗲𝗿𝗻𝗮…𝗽𝗮𝗰𝗲 𝗲 𝗴𝗹𝗼𝗿𝗶𝗮

𝗔𝗹𝗹𝗼𝗿𝗮, 𝗴𝗲𝗻𝘁𝗲, 𝗽𝗮𝗿𝘁𝗼 𝘀𝗼𝗹𝗹𝗲𝘃𝗮𝗱𝗼!
𝗔 𝗹𝗮 𝘁erra 𝗷𝗲 𝗿𝗱ò ‘l 𝗰𝗼𝗻𝘁𝗲𝗻𝗶𝘁𝗼𝗿𝗲
𝗠𝗮 𝗹’𝗮𝗻𝗻𝗶𝗺𝗮, 𝘃𝗼𝗹𝗲𝗿à libera
𝗱’𝗮𝗺𝗼𝗿𝗲,
𝗽𝗲’ 𝗴ì tr𝗮 𝗾𝘂𝗲𝗹𝗹𝗶 𝗰𝗵𝗲, 𝘁𝗮𝗻𝘁𝗼 𝗺’𝗵𝗮 𝗮𝗺𝗮𝗱𝗼

𝗟𝗮𝘀𝘀𝗼 𝗮 𝗺𝗶’ 𝗺oje , 𝘀𝗰𝗶 𝗽ò da 𝗰𝗼𝗻𝗳𝗼𝗿𝘁𝗼,
𝗹’𝗮𝗺𝗼𝗿𝗲 𝗽𝘂𝗿𝗼 𝗱𝗲 𝗹𝗮 𝗳𝗲𝗱𝗲𝗹𝘁ã

𝗔𝗺𝗼𝗿𝗲, 𝗰𝗵𝗲 𝗽ò e𝘀𝘀𝗲 𝗲𝘁𝗲𝗿𝗻𝗶𝘁à
q𝘂𝗮𝗻𝗻𝗼 ‘𝗹 𝗱𝗲𝘀𝘁𝗶𝗻𝗼 𝗰𝗲 𝘃𝗼𝗿à a 𝗰𝗼𝗻𝗳𝗿𝗼𝗻𝘁𝗼

𝗔𝗶 𝗳𝗶𝗷, 𝗹𝘂𝗰𝗲 𝘀𝗽𝗲𝗰𝗶𝗮𝗹𝗲, 𝗱𝗲 𝗹𝗮 𝘃𝗶𝗱𝗮 𝗺𝗶𝗮,
𝗹’𝗮𝗺𝗼𝗿𝗲 𝗹𝗮𝘀𝘀𝗼 𝗲𝘁𝗲𝗿𝗻𝗼…𝗮 𝗽𝗿𝗼𝗳𝘂𝘀𝗶ò
𝗖𝗵𝗶𝗲𝗱𝗲𝗻𝗻𝗼 𝗱𝗮 𝗹𝗮𝘀𝘀ù , 𝗮 𝗰𝗵𝗶 po’ nigò,
𝗱𝗲 𝗰𝘂𝘀𝘁𝗼𝗱𝗶𝗹𝗹𝗶…𝘀𝘂 𝗹𝗮 𝗿𝗲𝘁𝘁𝗮 𝘃𝗶𝗮

I𝗻𝗳𝗶𝗻𝗲, e p𝗲’ 𝗹’𝗮𝗺𝗶𝗰𝗶 ‘𝗻 𝗰𝗶𝗮𝗼 𝘀𝗶𝗻𝗰𝗲𝗿𝗼
𝗔𝗺𝗶𝗰𝗶 𝗰𝗵𝗲 𝗹𝗮𝘀𝘀𝗼 𝗼…𝗳𝗼𝗿𝘀𝗲 𝗻𝗼’ 𝗰’è più
𝗣𝗲’ 𝗶 𝗽𝗿𝗶𝗺𝗶, 𝗱𝗲𝗹𝗲𝗴𝗼 𝗾𝘂𝗲𝘀𝘁𝗶 𝗱𝗲 𝗾𝘂𝗮𝗴𝗴𝗶ù

𝗣𝗲’ 𝗹’𝗮𝗹𝘁𝗿𝗶, 𝗮𝘀𝘀𝗼𝗹𝘃𝗼 𝗱𝗮 𝘀𝗼𝗹𝗼 𝗮 ‘𝘀𝘁𝗼 𝗽𝗲𝗻𝘀𝗶𝗲𝗿𝗼

𝗠𝗮, 𝗾𝘂𝗮𝗻𝗻𝗼 ‘𝗹 𝘀𝗼𝗹𝗲 𝗺𝗼𝗿𝗲 𝗲 𝘃𝗶è l𝗮 𝘀𝗲𝗿𝗮

Lassademe vuà ‘n boccò d’aiuto

e …fade volà ‘ n celo ‘na preghiera

M𝗔𝗥𝗖𝗢
“𝘢 𝘵𝘶𝘵𝘵𝘪 𝘷𝘰𝘪,𝘤𝘩𝘦 𝘮𝘪 𝘢𝘷𝘦𝘵𝘦 𝘷𝘰𝘭𝘶𝘵𝘰 𝘣𝘦𝘯𝘦, 𝘶𝘯 𝘴𝘪𝘯𝘤𝘦𝘳𝘰 𝘦𝘥 affettuoso

Ciao

Un po’ di musica

Pubblicato da Sossu

Quando soffia il vento del cambiamento, alcuni costruiscono muri, altri mulini a vento. Proverbio cinese "L'APPARENZA INGANNA "

4 pensieri riguardo “Vorrei chiamarti maestro ma non accetteresti ,non volevi prima ,neppure ora . Ti chiamo semplicemente Marco Ciao amico …

  1. Spesso Giò, non aveva proprio l’aria dell’artista , che era nato nel ’39.
    Marco Bordini , stava male già da almeno 10 anni, maestro di vita più che altro secondo me. Grazie ,ciao

    "Mi piace"

  2. Il fondo più profondo dell’anima
    la fonte di tutta la vita

    il raccolto della guerra
    è la morte da entrambe le parti

    siamo tempo
    nel nostro breve tempo

    noi siamo la natura
    nella natura

    la nostra vita è un dono
    alla nascita di nostra madre

    l’anima e lo spirito sono in noi
    non là fuori

    nessuno può alienare il proprio io interiore
    nessuno può ritrovarsi nell’altro

    siamo tutti dell’indivisibile dignità umana

    la parola d’amore è un simbolo
    un segno come un altro

    L’amore promette molto e non offre nulla
    meglio è ogni giorno
    cercare di agire con umiltà

    l’anima è dal seme del cosmo
    l’anima la sua rinascita
    in un bambino
    sotto il cuore della madre

    la storia dell’umanità
    è in ogni essere umano
    contenuto nell’anima
    l’atto malvagio
    è nell’anima
    per non fare ammenda

    il più importante è
    il sogno dell’anima
    nel dramma dell’anima
    in cui non siamo l’autore
    sono solo un ruolo di supporto sul palco
    per capire correttamente
    e con nuove intuizioni
    iniziare la giornata di lavoro

    Piace a 1 persona

  3. Rispetto e Amore sono strettamente unite, da un’Etica che dovrebbe essere universale .
    Purtroppo ancora una volta dobbiamo ammettere che potremmo essere Fratelli e Sorelle , quando entrano in gioco gli interessi o le idee non condivisibili, accadono per mano d’uomo ,cose molto brutte .
    Le parole scritte sono importanti perché restano . Con ciò non intendo certo affermate che il parlato non conta .
    “Verba volant scripta manent”
    Nella vita bisogna praticare tutti i valori.

    La guerra è una maledizione che spezza il cuore.
    Facciamo tutti insieme in modo che finisca al più presto.
    Grazie mille Hgamna

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: