Sono come pendolo oscillante mi muovo nelle ampiezze di un singulto

L’ Autore dei testi è Vadlimir Vysotskij in questo video musicale ,canta l’autore .

Nato a Mosca, in una famiglia povera, nel turbolento anno 1938, Vladimir Vysotskij fu cantante, compositore e attore di grande talento.

Il suo ruolo teatrale più famoso fu quello di Amleto al Teatro Taganka, palcoscenico progressista della Mosca degli anni Sessanta e Settanta.

Tutto ciò che ha fatto Vysotskij, in teatro, cantando, o semplicemente vivendo, lo ha fatto con nadryv; con una tensione particolare. Morì piuttosto giovane, all’età di 42 anni, il 25 luglio del 1980, all’apice della fama.

Da Russia Beyond e Wikipedia.

Vietnam

Donna, come ti chiami? – Non lo so.
Quando sei nata, da dove vieni? – Non lo so.
Perché ti sei scavata una tana sottoterra? – Non lo so.
Da quando ti nascondi qui? – Non lo so.
Perché mi hai morso la mano? – Non lo so.
Sai che non ti faremo del male? – Non lo so.
Da che parte stai? – Non lo so.
Ora c’è la guerra, devi scegliere. – Non lo so.
Il tuo villaggio esiste ancora? – Non lo so.
Questi sono i tuoi figli? – Si

Wislawa Szymborska

Se potessi amore mio

Se potessi amore mio
Ti darei tutto quel che vedo
Ma posso darti
Solo quel che ho io
E purtroppo
Non è gran cosa

Se potessi amore mio
Vorrei essere
Un grand’uomo
Saperti amare
Come una regina
Ma purtroppo

Son quel che sono

Se potessi amore mio
Per non sciupare
Questa tua vita
Dovrei andarmene
E dirti addio
Ma purtroppo
Non sono buono

Luigi Tenco

L’histoire qui se répète devrait montrer aux commanditaires que le cas isolé ne fait pas la légion et qu’ils auront beau tirer et détruire , tant qu’ils ne chercheront pas à construire il ne se passera rien de bon pour l’humanité…

Seulement pour leur finance qui fait de l’or avec tout ce qu’elle touche …!

Non so se questa forma di boicottaggio dal basso di tutto ciò che è russo e l’isolamento economico, siano la soluzione.

Credo invece che sarebbe un’idea giusta mandare ai russi che si occupano di arte e cultura il messaggio che oltre a Putin c’è ancora il mondo che conoscono e che da sempre li apprezza.

E con il quale torneranno a confrontarsi

Questo potrebbe essere un altro modo per isolare il sistema oligarchico che li governa.

Aggiungo il titolo di un album uscito negli anni della caduta del muro di Berlino :

“Il volo di Volodja”.

Contiene diverse canzoni tradotte

in italiano, l’autore russo è Vladimir Vysotskij.

https://youtu.be/72K0Ri2dTCg

Quand on a que l’amour
Pour tracer un chemin
Et forcer le destin
À chaque carrefour
Quand on a que l’amour
Pour parler aux canons
Et rien qu’une chanson
Pour convaincre un tambour
Alors sans avoir rien
Que la force d’aimer
Nous aurons dans nos mains
Amis, le monde entier.

Jacques Brel.
“Quand on n’a que l’amour.”

Pubblicato da Sossu

Quando soffia il vento del cambiamento, alcuni costruiscono muri, altri mulini a vento. Proverbio cinese "L'APPARENZA INGANNA "

5 pensieri riguardo “Sono come pendolo oscillante mi muovo nelle ampiezze di un singulto

  1. A me sembra che si stia creando una russofobia che non aiuta certo la pace. L’arte, lo sport, devono essere un ponte di pace! Che vuol dire mettere al bando Dostoevskij, a me pare paranoia pura (per non parlare dell’ignoranza che denota). Non voglio fare paragoni con i morti iracheni, di serie b evidentemente, allora avremmo dovuto mettere al bando tutta Hollywood? (Ammesso che quella sia cultura…). Così ci crea solo ulteriore odio in menti deboli, e abbiamo visto quanto poco ci voglia, basta vedere il trattamento verso quelli che non vogliono vaccinarsi qua da noi. Possibile che l’unico rimasto con un po’ di testa sia il Papa?

    Piace a 2 people

  2. Giò è chiaro che c’è un’esagerazione dettata da quella frenesia fuorviante che fa la tendenza . Purtroppo c’è un tempismo riguardante la cronaca in cui si inseguono fatti ,comunque già ,passati catalogandoli senza conoscenza e senza equità . Situazione sociale pericolosa … Ma sono solo parole il fenomeno è paradossale. Grazie ciao

    Piace a 1 persona

  3. Molto bello il tuo blog e, soprattutto molto equilibrato. Stiamo vivendo momenti di tensione che ci tengono in ansia con questa guerra che sta facendo un massacro tra la popolazione inerme rimasta intrappolata in Ucraina. Non è bastato il Covid a creare apprensione e tensione sociale, ci voleva quest’altra tegola per aggiungere ansia e disordine. Speriamo bene e, che prevalga il buonsenso di fermare questa carneficina. Buon inizio di settimana Francesca, Grazia!💐

    Piace a 2 people

  4. Grazie che bello il tuo complimento , è piacere ne abbiamo bisogno.
    Cerco di unire alla realtà tanta poesia , musica ,foto . Mie di un’amica fotografa . Faccio parlare gli altri . Aggiungo il mio sentire. Forse l’età forse una vita piena di tutto ,mi aiutano a seguire tutto con dolore amore e rispetto .
    Esco ma per aiutare le figlie essere nonna è realtà fondamentale.
    Non faccio granché progetti è un tempo sospeso . L’oscillazione del pendolo non è ampia.
    Oggi a Roma c’è un incontro importante!
    Sono contro la guerra sono cresciuta nel dopo Guerra !
    Conta moltissimo visto che i miei antenati si opponevano. I ricordi sono come reflusso .
    Verrò a salutarti quando l’influenza passerà .
    T’abbraccio forte ❣️☮️

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: