“La vita non sta nel vivere, ma nel vivere bene.”

Appunti e bozzetti da decodificare, piegati con cura su se stessi e scivolati via dal petto , né sono d’autore, ché ciò che conta di più, infine viene taciuto. Fogli bianchi che mostrano miseria e nobiltà ,amore e negazione dell’amore, dipendenza e indipendenza, rispetto e disprezzo, oggetto e soggetto, vicissitudini più o meno comuni. Barchette,Continua a leggere ““La vita non sta nel vivere, ma nel vivere bene.””

Attesa senza ritorni

In un vortice S’incunea la vita Fotogrammi risucchiati tra curve. È vertigine. Di replica non troviL’appiglioChé non s’arresta il tempo. Lascia l’inutile affannoNella quieteAttesasenzaritorni Nell’ora che la chioma imbiancaquando, Il roseo volto s’apre di pallore edi pieghe Tornerannonitidii ricordi Camminavo tra i sentieri, sopra orme non mie .Mulattiere ,dove voi giovani ,chiamati alle armi, eravateContinua a leggere “Attesa senza ritorni”

La poesia ? Forse domani. Oggi ” piatto ricco mi ci ficco ” .

Oggi “piatto ricco mi ci ficco ” . Allora veniamo al menu brodo di cappone nostrano, ,tre ore di bollitura, è diventato un “consommé”, gli odori del mio orticello, con la “stracciatella” … Eh sì, proprio quella che si faceva una volta ,con uova, parmigiano grattugiato, noce moscata e buccia di limone, naturalmente, grattugiate. BattoContinua a leggere “La poesia ? Forse domani. Oggi ” piatto ricco mi ci ficco ” .”

Un po’ di storia sui vaccini

Tra la fine del Settecento e l’inizio dell’Ottocento, il vaiolo ebbe in Europa una crescita di una rapidità preoccupante, peggio,allarmante. Tra i malati, una persona su sei moriva. Solo a Londra morivano circa 3 000 persone l’anno e in tutta l’Inghilterra 40 000. Il corpo si riempiva di pustole che ,una volta guariti, lasciavano tanteContinua a leggere “Un po’ di storia sui vaccini”

Un pendolo oscilla Se luce non sei

Ci sono momenti In cui mi riempio di negazioni , di vuoti, cementa il rifiuto . Vita distesa Impalpabile e greve E vorrei ,vorrei ma è proibito Sfinirsi di locuzioni Annoveri I dubbi Le ragioni Le disquisizioni Lasciami volare Se luce non sei Sii ombra Così potremo vederci Oscilla il pendolo Timida è la bellezzaContinua a leggere “Un pendolo oscilla Se luce non sei”

Certe sere son scure

Le disfatte soprattutto e le incomprensioni seppure, in minor misura, costringono a piegarsi .Più tardi e ci vuole tempo, ci si rialza .Un’altra donna è stata assassinata e incinta del figlio del suo assassino.Ma chi è questo maniaco che si crede dio?Figlio di una donna come me Donne giovani ,meno giovani e affatto giovani comeContinua a leggere “Certe sere son scure”

Le parole “giuste” ?! Un attimo le parole…

Ma una parola può essere un bacio , una parola può essere un proiettile. Dipende dall’uso …” Non è possibile pensare con chiarezza se non si è capaci di parlare e scrivere con chiarezza ” Un attimo, per favore, un po’ di pazienza . Siamo sempre in grado di operare tanta “magia” ? … No,Continua a leggere “Le parole “giuste” ?! Un attimo le parole…”

È stato un incubo

Scivoleranno sull’acqua I cigni neri Le nuvole lacrimeranno petrolio bagneranno i campi di fiori che non avranno scampo Le mamme scapperanno Via con i bimbi Inseguendo miraggio Non più giovani aitanti ammassati Le giovani saranno specchio Acqua salata per tutti E razionata E i vecchi ammutoliti e sghembi copriranno con i loro corpi il gremboContinua a leggere “È stato un incubo”

Da “S’i fosse foco arderei ‘l mondo ” a … “A’ pie’ de’ colli ove la bella vesta “

. S’i‘ fosse foco S’i fosse foco arderei ‘l mondo S’i fosse vento, lo tempestarei; s’i fosse acqua, i’ l’annegherei; s’i fosse Dio, mandereil’ en profondo; s’i fosse papa, allor serei giocondo, ché tutti cristiani imbrigarei; s’i fosse ‘mperator, ben lo farei; a tutti tagliarei lo capo a tondo. S’i fosse morte, andarei a mi’ padre;Continua a leggere “Da “S’i fosse foco arderei ‘l mondo ” a … “A’ pie’ de’ colli ove la bella vesta “”

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito