La natura fa il suo corso Allora ci divertivamo da morire a fare castelli, ponti e cunicoli

La natura fa il suo corso

Un tempo ci divertivamo da morire a fare castelli di sabbia, ponti e cunicoli

Solo di domenica andavamo al mare, tra Marzocca e Senigallia ,venivano due miei cugini, Lalli e Mario, mio fratello Giò ,mamma e babbo.

Zia e zio abitavano a due passi da casa nostra.

Due passi reali.

Le case erano basse,sbiadite e vecchie.

All’interno, tenute a lustro.

L’ attesa era silenziosa ,composta fin troppo che pativo, si doveva fare silenzio, le smancerie non erano ammesse.

Una grossa borsa con le merende ,fettine sottili di pane con 1 fredda di mortadella o la pizza, bianca solo bianca.

Per la pizza c’era un forno a Marina ,sulla statale che affianca la spiaggia .

Era tanto profumata la pizza.

Sveglia all’alba , eh già .

L’auto era piena di familiari, di asciugamani sbiaditi, di cambi mutande e canottiere per noi piccoli . Poi c’era l’ombrellone era grandissimo e aveva un bastone di legno .

Mamma preparava Babbo sistemava le borse le sedie e sdraie di legno piuttosto consumate.

La tela era molto pesante però un po’ lisa, pensavo che poteva cedere da un momento all’altro .

Le strade erano libere dal traffico.

Durante il viaggio ,si poteva cantare, mio cugino era bravo lo seguivamo sottovoce.

Io credevo di stonare così cantavo con un filo di voce, forse non mi sentiva nessuno

Le spiagge erano libere.

Noi eravamo entusiasti .

Ci spogliavamo velocemente, però mamma ci chiedeva di lasciare su canottiera . Per il sole, per l’arietta fresca,insomma subito non si poteva restare in costume .

Più tardi ci saremmo arrivati tutti un po’ più liberi .

-Possiamo andare a sentire come è l’acqua ?-

Chiedevamo subito.

Alle 7,30 di mattina a dire tanto, come poteva essere l’acqua ?

Era calda ! Certo, era vero .

Allora il bagno si poteva fare alle 10 e un quarto anziché alle 10 e mezzo.

Abbiamo case più grandi ma famiglie più piccole…

Più opportunità ma meno tempo…
Più istruzione ma meno buon senso
Più conoscenza ma meno senso critico
Più esperti ma più problemi


Più medicine ma meno benessere
Siamo andati e tornati dalla luna, ma facciamo fatica ad attraversare la strada per stringere la mano ad un uomo vicino


Abbiamo prodotto più pc per registrare più informazione, per replicare più documenti come non mai, ma siamo meno capaci di comunicare….
Siamo imbattibili sulla quantità ma scarsi sulla qualità…
Questi sono tempi da fast-food, ma dalla digestione lenta
Sono i tempi dei grandi uomini ma di carattere mediocre
Sono tempi in cui si realizzano profitti astronomici ma povere relazioni

https://www.antimafiaduemila.com/home/primo-piano/87592-vauro-berlusconi-o-draghi-al-quirinale-e-comunque-una-vergogna.html

Questa è un epoca in cui tutto viene messo

in vista sulla finestra, per occultare il vuoto della stanza

M. Gandhi

Tra me e me ” e non credo ai miracoli ripeto sgranando qualche acino

Se mi capita di non dormire vado sgranando un paio di acini

Quali sono le persone importanti della mia vita?
Le persone che hanno imparato a conoscere
anche la parte pestifera di me, i miei difetti e i miei pregi .

Mi restano accanto e mi vogliono bene, alcune mi amano .

Sono poche, è vero è che non conta il numero

Importa che su quelle poche persone posso contare le amo anche io .

Vivere da soli non significa essere soli…

non riesco a sentire chi parla troppo forte !


Comme la plupart des mots, le mot sage, à force d’être employé dans un sens mondain et vulgaire, a subi une terrible érosion. On appelle sage n’importe qui s’en donnant l’air, ou employant le vocabulaire de la sagesse; ou alors on confond la sagesse avec la vieillesse, ce qui n’a aucun sens. Dès l’Antiquité le sens de «sagesse» s’est banalisé. La plupart du temps, nous appliquons ce mot à la vie phénoménale et cela fait toujours référence à l’individu. Faire le bien, cela s’applique à une personne (une «bonne» personne), à un centre de perception particulier. Le comportement d’un sage, c’est-à-dire d’un être humain qui se réfère à Cela qui est sage, ne consiste pas à faire le bien et à éviter le mal — ces catégories n’ont plus aucun sens pour un être éveillé — mais simplement laisser s’actualiser dans l’espace-temps la vision profonde, la lumière intrinsèque, «le λόγος de l’âme qui s’accroît de lui-même» (fragment8).

Voilà pourquoi Héraclite affirme que «cela qui est sage transcende toutes choses». Sa nature radicale est soulignée, car tant que l’homme la recherche au niveau de «toutes choses», la frustration et la souffrance l’attendent, plus vigilantes que lui… «Toutes choses» désigne tout ce qui est objet de perception, tous les éléments du monde phénoménal. Autrement dit : tout ce qui comporte un début, un milieu et une fin !

De: “Héraclite, la lumière de l’Obscur”

Pubblicato da Sossu

Quando soffia il vento del cambiamento, alcuni costruiscono muri, altri mulini a vento. Proverbio cinese "L'APPARENZA INGANNA "

10 pensieri riguardo “La natura fa il suo corso Allora ci divertivamo da morire a fare castelli, ponti e cunicoli

  1. La prima parte del tuo ricordo cade in ciò che si potrebbe dire: “Qualunque momento passato, era meglio”. Certo, non puoi vivere nel passato, ma è difficile per noi ammettere che sia successo così in fretta. E tutto è da attribuire al fatto che oggi viviamo una vita che ha completamente cambiato la nostra forma a causa della pandemia. E la prima cosa a cui pensiamo è cosa è successo in quarantena. Un tempo da dimenticare perché non potresti vivere la vita così com’è.
    Le foto sono le migliori. Ognuno di loro è un’esperienza che si desidera ardentemente fino alla nausea. Il video con le canzoni è il relax del mio tranquillo pomeriggio. Comunque, mi è piaciuto il tuo post, dall’inizio alla fine. Buona domenica.

    Piace a 1 persona

    1. Manuel caro il passato non torna mi piace ogni tanto fare un breve racconto.
      Sono appunti sparsi. Dopo due anni vissuti così siamo tutti provati. Cerchiamo esperienze anche attraverso le condivisione . Manca il contatto umano. Le foto sono state scattate da me e da mie figlie ,sono belle è vero. Adoro la musica, la vita ! Ciao amico mio ascolta se puoi è rilassante 🌹🦋

      Piace a 1 persona

  2. Che bei ricordi, con constatazioni sull’oggi amare, ma che condivido. La cosa che penso manchi di più ai bambini di oggi, che hanno tanto e forse troppo, è la libertà che abbiamo avuto noi, anche di sbagliare. Sono un po’ sfortunati ad essere nati nel tempo dell’opulenza.

    "Mi piace"

    1. Giò e vero e ne soffrono senza averne la consapevolezza. Siamo comunque fortunati a vivere in provincia ,possono stare di più fuori . Ci sono molte aree verdi anche lungo il fiume . Una nipotina è a casa ,solita storia …
      Non posso andare da loro ,mia figlia ha paura. Io sono stanca della paura . Desidero giocare con i piccoli ,ci divertiamo. Vado solo a salutarli da fuori .
      È fuori tema ,non so se lo sai, nel 2021 in pr. di Macerata hanno chiuso oltre 490 aziende. Bo 🌶️🌶️🌶️ chissà se aiuta un po’ . Ciao

      Piace a 1 persona

    2. No, non sapevo ci fosse stata questa epidemia di chiusure, anche se c’era da aspettarsi date le dimensioni, per lo più a guida famigliare, artigianali… due anni così li hanno ammazzati. Auguro ai tuoi nipotini di essere felici, ed a te di poter tornare presto a giocare con loro, senza limitazioni!

      Piace a 1 persona

    3. Grazie pieno, ogni due casi in classe c’è la quarantena . Ci sono a scuola in ogni livello a partire dalla materna . Ci sono anche gli incoscienti. Sto rispondendo a tono agli sciagurati e alle sciagurate pure maleducati laureati o senza studi . Non sono una buonista . E sono stanca delle redazioni ad oltranza . C’è anche chi non sa un tubo e blatera . C’è chi scrive per necessità , per fare valere la propria tesi , c’è chi si deve mostrare ,comunque .
      Non amo chi si serve del proprio sapere per uso improprio . Non sopporto chi vuole solo seguaci . Forse mi sono spiegata . E ci si casca nella rete . C’è chi si impunta come i muli . È una ca…Ca. ..ta ! Non parlo dei vertici che sono appendici da togliere ma come dicevi le Rivoluzioni non sono pacifiche. I francesi lottano almeno. Avrei voluto essere là con loro ! Ho scelto di stare con le persone più care della mia vita. Altri non ho. Siamo un Paese di vecchi caparbi , ed io pure qua . I parenti più stretti francesi sono anziani 81 lui e 79 anni lei ,hanno il covid Nenette e Roger . Mi hanno scritto in questi giorni che grazie alle tre vaccinazioni stanno superando molto bene . Sono tanto contenta . Ora rispondo agli amici francesi più cari mi hanno scritto tutti tranne quelli molto anziani .
      Giò ai bambini, a te a voi ,a noi a tutti coloro che credono ad una vita da vivere ♥️🙅💫…

      Piace a 1 persona

  3. Belli i ricordi e le foto. La realtà ci cambia, non necessariamente in peggio, la tecnologia ci muta in altro modo, diviene protesi, estensione e muta la realtà lasciando da parte le libertà. Un tempo essere liberi era importante ora lo si è scambiato con una idea di benessere che porta via il tempo di vivere.

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: